EMPATIA: LA GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO. (6 maggio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Come sempre nei post della rubrica EMPATIA mi piace ricordare date importanti per quanto concerne eventi e aspetti del quotidiano da rispettare e onorare. Non é da meno il caso del libro, strumento oserei dire fondamentale, parte integrante per la vita di molti di noi. La data in cui si è consueti ricordarlo è il 23 aprile e si tratta di un ricorrenza promossa dall’UNESCO, allo scopo di valorizzare e celebrare la lettura, nobile attività culturale fondamentale per la storia dei popoli e dell’umanità. La data scelta non è a caso: coincide infatti con la già storicamente esistente festa del libro, di tradizione spagnolo-catalana, celebrata a partire dal 1931 per ordine dell’allora re Alfonso XIII. Inoltre il 23 aprile é la data in cui si ricorda la morte di due pietre miliari del panorama letterario, ovvero lo scrittore spagnolo Miguel de Cervantes, il grandioso autore del Don Chisciotte de la Mancha, e l’immortale William Shakespeare. È inoltre la data di nascita dello scrittore Vladimir Nabokov, padre letterario dell’opera Lolita. Curiosità interessante è che la prima festa del libro, celebrata ovviamente in Spagna, più precisamente a Barcellona, si volse in realtà il 7 ottobre, data di nascita di Cervantes, per iniziativa dell’editore Vincent Clavel Andrès. Lo stesso re decise successivamente di estendere la giornata su tutto il territorio nazionale, ricordando lo scrittore e la letteratura stessa il 23 aprile. Da 25 anni questa data é stata riconosciuta a livello mondiale per opera dell’UNESCO, attraverso il patrocinio proclamato dalla Conferenza Generale di Parigi del 1996. La ricorrenza é nota in particolare nel territorio catalano come “LA Giornata del Libro e della Rosa”. Il 23 aprile è infatti anche il giorno di celebrazione di San Giorgio, patrono della Catalogna, per questo è tradizione nella regione che gli uomini offrano una rosa in dono alle donne. Durante la giornata non è raro trovare libri in vendita con tanto di rosa rossa tra le pagine. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! As always in the posts of the EMPATIA column, I like to remember important dates regarding events and aspects of everyday life to be respected and honored. It is no less the case of the book, an instrument I would dare to say fundamental, an integral part for the life of many of us. The date on which it is customary to remember it is April 23 and it is an anniversary promoted by UNESCO, in order to enhance and celebrate reading, a noble cultural activity that is fundamental for the history of peoples and humanity.
The date chosen is not by chance: it coincides with the already historically existing book festival, of Spanish-Catalan tradition, celebrated starting in 1931 by order of the then King Alfonso XIII. Furthermore, 23 April is the date on which two milestones of the literary landscape are remembered, namely the Spanish writer Miguel de Cervantes, the great author of Don Quixote de la Mancha, and the immortal William Shakespeare. It is also the date of birth of the writer Vladimir Nabokov, the literary father of the opera Lolita. An interesting curiosity is that the first book festival, obviously celebrated in Spain, more precisely in Barcelona, actually took place on 7 October, the date of birth of Cervantes, on the initiative of the publisher Vincent Clavel Andrès.
The king himself later decided to extend the day throughout the country, remembering the writer and the literature itself on April 23. For 25 years this date has been recognized worldwide by UNESCO, through the sponsorship proclaimed by the General Conference of Paris in 1996. The anniversary is known in particular in the Catalan territory as “The Day of the Book and the Rose”. In fact, April 23 is also the day of celebration of St. George, patron saint of Catalonia, which is why it is a tradition in the region for men to offer a rose as a gift to women.
During the day it is not uncommon to find books on sale with a lot of red roses between the pages. With these words I conclude, I remind you to leave a star and to vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade!
Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm.
It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

<a href="https://www.net-parade.it/cgi-bin/votazione.aspx?utente=StorytellersEyeWord

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...